Daniel Sada

Quando era ancora in vita fu considerato il più impegnato autore d’avanguardia della sua generazione, paragonato per la complessità del suo progetto letterario a Joyce, Faulkner o Lezama Lima. Nato a Mexicali, nello stato messicano della bassa California, ha raccontato la realtà fittizia di Città del Messico, così come storie ambientate nei ranch e nei villaggi del deserto del Nord. Fin da subito si è distinto per la stravaganza e lo sperimentalismo della forma, spesso giocato in contrasto con la serietà e l’impegno dei temi trattati. Divenuto famoso nel 1999 con Porque parece mentira la verdad nunca se sabe (Nessuno conosce la verità perché sembra una menzogna), è rimasto fedele al suo visionario progetto letterario fino alla morte avvenuta nel 2011.