Laurent Mauvignier

Nato a Tours nel 1967 Laurent Mauvignier è uno degli scrittori francesi contemporanei più apprezzati dal pubblico e dalla critica. Laurent comincia a scrivere all’età di dodici anni, durante un ricovero in ospedale. Più tardi si dedica alla pittura ottenendo anche un posto all’Accademia di Belle Arti, ma al termine degli studi non riesce a superare il concorso di abilitazione all’insegnamento. Si volge così nuovamente alla letteratura, scrivendo in breve tempo tre romanzi, tra cui Lontano da loro(Loin d’eux) sarà la sua opera prima. Il secondo romanzo pubblicato, La camera bianca (Apprendre à finir), insignito del PRIX WEPLER e del PRIX DU LIVRE INTER nel 2001, lo consacra come giovane promessa della letteratura francese contemporanea. L’anno seguente, nel 2002, Mauvignier dà alle stampe questo amaro I passanti (Ceux d’à côté), e in seguito Plus sale (2003), Seuls (2004), Le lien (2005), Dans la foule (2006), che gli è valso il PRIX FNAC, e Des hommes (2009). Tranne Plus sale, pubblicato da Inventaire–Invention, tutte le sue opere sono state pubblicate da Les Éditions de Minuit. In Italia, sono già usciti per Zandonai La camera bianca (2008) e Lontani da loro (2009), per Feltrinelli Degli uomini (2010) e Storia di un oblio (2012).